All the world’s a stage

Ragazzi, col gruppo di teatro andiamo in scena sia venerdì 19 che sabato 20!
Sono state due settimane molto intense, e a volte anche molto snervanti, specialmente con tutti quei bambini che non si sa come devi fare per farli stare buoni… però mi piace stare lì tutte le sere dopo cena a fare la scema con altre persone che ormai bene o male ho imparato a conoscere, mi piace la vita nel "backstage" diciamo, tutte le prove, le cavolate, i preparativi, le sgridate del regista…
Torno a casa spesso e volentieri esausta, ma è meglio così perché mi sfogo completamente e mi si svuota il cervello da tutti i pensieri brutti, che pochi non sono.
Il regista poi è fenomenale.
Si chiama Marco Di Stefano, ed è un professionista in questo campo. Lo stimo un bordello anche per il culo che si deve fare tutte le sere con i bambini, noi gli si da una mano ovviamente ma la responsabilità in teatro è sua… però lo vedo che cerca sempre di infonderci energia, e questo è positivo.
Stiamo tutto il tempo sul palco scenico, e ho scoperto che aiuta un sacco perché dopo un po’ ti passa la timidezza dello stare lì sopra. Poi venerdì e sabato onestamente non so come andrà, forse col pubblico sarà un altro paio di maniche e mi cagherò addosso, però spero tanto di no… Marco dice che il mio personaggio mi viene molto bene, quindi devo riuscire a tutti i costi a farmi passare l’ansia…
La cosa di cui però sono sicura è che mi mancherà fare teatro… forse una volta conclusa questa esperienza mi informerò sulle compagnie teatrali che stanno nella zona, il mio sogno sarebbe quello di fare un bel musical…
Beh, vedremo… odio fare progetti, poi se non li realizzo ci resto di merda A bocca aperta
Ora vado perché mi si chiudono gli occhi, ma prima una notiza flash: oggi ho ricominciato il coro dell’Università. Abbiamo fatto un brano nuovo che già mi sono dimenticata e poi abbiamo rifatto dei brani vecchi che ormai li so ad occhi chiusi per i coristi che sono arrivati st’anno, che palle!
E’ stato tanto triste però guardare dalla parte dei baritoni e non trovare più nessuno con cui poter commentare con uno sguardo eloquente le stonate che faceva Sinusite… eh…
The show must go on… ora più che mai.
 
Notte,
Lil’John
 
Annunci

Informazioni su Arianth

Sono un'antropologa arrabbiata.
Questa voce è stata pubblicata in Carriera canora. Contrassegna il permalink.

2 risposte a All the world’s a stage

  1. Arianna ha detto:

    LIL JOHN SULLA SCENAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
    good luck and besos
     
    P!MP!

  2. Andrea ha detto:

    LOL.
     
    Ma a che ora è? Uff voglio venire a vedere… comunque io l’idea di fare il musical ce l’ho ancora… magari uno di questi giorni comincio a scrivere qualcosa, qualche testo se mi viene… poi si vedrà…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...