Quelli che lavorano con me

Il titolo già dice tutto, perciò comincio subito:
 
Pietro, il titolare: veramente il titolare è sua moglie, ma non ci sta mai. E’ lui che gestisce la contabilità, fa le ordinazioni, ascolta i rappresentanti e tutta quella roba lì. E’ il cugino di mia nonna, quindi potete immaginare da voi che con l’età è abbastanza su e quindi lo sclero senile spesso si fa sentire… Per dirvene una, il primo giorno l’avevo fatto subito sclerare perché gli avevo chiesto quanto sarei stata pagata, un po’ per sapere e un po’ perché alla fine è un mio diritto, anzi, me lo doveva dire lui addirittura prima che mi assumesse, ma sai com’è, mia madre mi ha bloccata dal chiederlo prima dicedomi che "non è educazione", vabè non commento…E quando l’ho fatto lui mi ha guardata come se avessi sparato una bestemmia e ha detto "Ti prendi lo stipendio che ti spetta!!", poi innervosito ha chiamato il commercialista e se l’è fatto dire… "Cominciamo bene…" ho commentato io fra me e me.
Di lui poi mi da fastidio che non mi chiama mai per nome, mi chiama sempre "la ragazza". "Facciamo fare l’inventario alla ragazza", "C’è la ragazza qui che c’ha bisogno di una mano" "Fai prezzare i profumi alla ragazza"… Non capisco perché alle altre le chiama per nome e a me no… a volte mi chiama anche "nina", o peggio ancora "la FRICA"… che in uno dei peggiori dialetti marchigiani (per fortuna non dela mia zona!!) significa, appunto, "la ragazza"… anche se a sentirlo così sembra un’altra cosa…
 
Rita, la superstar: il braccio destro di Pietro, indispensabile nel vero senso della parola, tanto che quando ha la giornata libera Pietro va in paranoia ed è più sclerotico che mai. E’ la commessa più popolare, nonchè responsabile della profumeria perché è la più grande (no, anzi, la più vecchia! Ahahahahahaha, ma come sono stronza!) e quella con 14 anni di esperienza. Per la stragrande maggioranza delle clienti, profumeria=Rita. E’ una associazione che viene automatica, specialmente per quelle più anziane, quelle che detestano i cambiamenti. E difatti il negozio è frequentato quasi esclusivamente da clienti abituali, non vi dico… ogni volta che arriva qualcuno, baci, abbracci e complimenti falsi… bleah! Rita è la commessa preferita da tutti non solo per l’esperienza, ma anche perchè appena vede una cliente che conosce sa già cosa vuole, perché appunto prendono e prenderanno tutti le stesse cose di sempre, penso fino alla fine dei loro giorni…
E’ un po’ frustrante il fatto che tu vedi arrivare una cliente, la raggiungi con un gran bel sorriso dicendo "Buongiorno, serve aiuto signora?" e ti senti rispondere "No, aspetto Rita…"… Davvero deprimente…
Ogni volta che qualcuno vede Rita le dice sempre "Ma che fai, non mangi??". Pare infatti che si sia dimagrita notevolmente di questi tempi, ho sentito a causa di un amore non corrisposto che la consuma, letteralmente… e a quanto sembra le fa perdere pure i capelli, perché ogni mattina il groviglio che non riesco a staccare dalle setole della scopa sono i suoi capellacci! Stanno ovunque, ci si potrebbe fare la moquette… e se c’è corrente, li vedi rotolare a mucchietti per il pavimento, come i rametti del deserto dei film western…
 
Simona: all’inizio pensavo che, vista la vicinanza di età tra me e lei, saremmo diventate amiche, invece di semplici conoscenti o colleghe di lavoro… mi sbagliavo, e in momenti come questo penso che non sia stata poi una gran perdita. Ora che ci sono io pare che lei si senta in obbligo di sentirsi superiore, visto che anche lei è messa in ombra da Rita tutto l’anno per tutti i suoi 2 anni di esperienza… insomma, con me ha trovato una specie di piccolo sollievo per l’autostima, qualcosa che le fa pensare "c’è di peggio…"
Un po’ truzzetta, è patita per la palestra, e a volte riceve visite truzze dalle sue amiche truzze che le parlano di andare insieme alla loro pale truzza o alla disco truzza, altrimenti il discorso alternativo è il boy truzzo o qualcosa che faccia risaltare la loro pelle truzza alla discoteca truzza. Robe del genere…
 
Marina: lei non è esattamente una collega, è una rappresentante di una ditta di cosmetici che resterà da noi per questa settimana. La scrivo perché è degna di lode, infatti è l’unica che non mi considera un’incapace… è simpatica e carina, mi fa un sacco ridere!!
 
Ecco le persone con cui purtroppo mi tocca passare le giornate… esclusa marina, ovviamente!!
See u later guyz!
Annunci

Informazioni su Arianth

Sono un'antropologa arrabbiata.
Questa voce è stata pubblicata in Myself. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Quelli che lavorano con me

  1. Arianna ha detto:

    Ahah!!Strafico!Guarda ti do ragione da subito per Pieto, perkè è un nome del cazzo e anke se quello ke dc te nn lo cnosco, già mi sta sul cazzo!!La storia della truzza è veeramente frustrante, anke xkè mi fa venire in mente para para una commessa di un negozio per capeli ke cnosco…e la scapellata anke lei, dio, mette una tristezza da cm la descrivi…io odio tutti quelli ke vengono al negozio e si mettono a kiedere, cm va? t vedo in forma, da qnt’è ke nn c vediamo?ecc…tutto in puro dialetto e cadenza di qua tranne ke per dei tipi veneti ke vengono ogni tanto…BAHHHHHHHHHHHH!!!!Cmq cojmplimenti per la tua descrizzione lil john, è veramente resa bene l’immagine…AightttttttttttttttPIMPI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...